Storia

Chi è Avery Berkel

La storia di Avery Berkel è lunga e intensa, e da sempre associata all’affidabilità e all’onestà. Operiamo nel settore industriale dal 1875 e, consapevoli della natura mutevole dei nostri mercati, ci evolviamo costantemente per fornire ai nostri clienti ciò che si aspettano di ottenere. Il nostro approccio lungimirante ci ha sempre spinto a concentrarci sull’eccellenza, sulle migliorie tecniche e sul design di successo.

Oggi, siamo un’azienda di livello internazionale con un’ottima reputazione a livello globale. Avery Berkel è un nome noto e affidabile in tutto il mondo. Non c’è azienda che possa vantare la nostra stessa storia di produzione di un’ampia gamma di prodotti innovativi e di qualità, costantemente orientati ad adattarsi ai requisiti mutevoli dei nostri clienti. Pur essendo orgogliosi della nostra eccezionale reputazione a livello globale, siamo particolarmente impegnati a prenderci cura e a fornire assistenza ai nostri mercati locali.

La nostra reputazione globale di affidabilità è il risultato della nostra proposta di prodotti in grado di garantire comunque la correttezza delle pesature. Qualsiasi sia l’alimento, o l’ingrediente, da pesare, saremo sempre in grado di pesarlo.

  • Nel nostro settore industriale siamo dei leader per i nostri sviluppi tecnologici e del software di gestione.
  • La nostra vasta offerta di prodotti ci consente di soddisfare le esigenze del commercio al dettaglio, dai grandi supermercati ai piccoli negozi di quartiere indipendenti.

The Soho Foundry

The Soho Foundry

'I pesi e le misure sono, indubbiamente, due delle più grandi e più importanti invenzioni dell’uomo.'

Che cosa ci rende diversi?

Non c’è azienda che possa vantare la nostra stessa storia di produzione di gamme innovative di sistemi di pesatura di qualità, ma comunque accessibili.  Ed è proprio questa nostra storia quella che ha guidato il nostro spirito innovativo, spingendoci ad adattarci costantemente per sodisfare le esigenze di un modo in continua evoluzione. Questa particolare qualità ci ha portato a diventare leader nel nostro settore industriale, proponendo al comparto del commercio al dettaglio soluzioni di pesatura lungimiranti.

La fonderia

Il 1996 è stata l’occasione per festeggiare il 200° anniversario della fonderia Soho e i 100 anni da quando è diventata la sede di W & T Avery, ora la sede centrale di Avery Weigh-Tronix e di Avery Berkel, due marche famose in tutto il mondo.

La storia della fonderia Soho è essa stessa la testimonianza del suo sviluppo industriale, a partire dalla sua attività iniziale come fabbrica di motori a vapore, sotto la guida di Matthew Boulton e di James Watt, fino ad arrivare ai giorni nostri con la progettazione e lo sviluppo di sistemi di pesatura elettronica fra i più avanzati del mondo.  Sebbene la tipologia dei suoi prodotti sia sostanzialmente cambiata, il sito continua a rimanere il “cuore” dell’eccellenza produttiva e dell’innovazione.


La fonderia Soho ha ufficialmente avviato la propria attività il 30 gennaio 1796. Nel 1762, Matthew Boulton, un industriale di Birmingham, decise di avviare la costruzione dello stabilimento Soho su un terreno situato a circa 3 km di distanza dal sito attuale della fonderia. Si trattava di uno stabilimento fra i più moderni di quel tempo nel quale Boulton e il suo socio, John Fothergill, producevano un’ampia gamma di prodotti, fra cui articoli di gioielleria in acciaio, fibbie, bottoni, articoli argentati ecc. In quegli anni, anche se l’attività di Boulton stava prosperando, il problema più pressante era l’esigenza di una quantità maggiore di energia rispetto a quella disponibile, generata dall’incanalamento del vapore adiacente, necessaria per fare funzionare i macchinari dell’impianto. Tra le soluzioni che Boulton aveva in mente vi era l’uso di una centrale termoelettrica a vapore.

Le origini della fonderia: Boulton e Watt

In quegli stessi anni, James Watt, un ingegnere di Glasgow, stava sperimentando un suo sistema per migliorare l’efficienza del motore a vapore riuscendo a sviluppare un modello in grado di gestire un macchinario rotante. Nel 1768, al ritorno da un viaggio a Londra, fece una sosta a Birmingham dove incontrò Boulton che gli chiese di tenerlo regolarmente al corrente dei progressi raggiunti con il suo motore sperimentale. Qualche tempo dopo, il socio di Watt, John Roebuck, venne coinvolto da problemi finanziari. Roebuck doveva a Boulton una gran quantità di denaro e l’industriale, per recuperare il proprio credito, accettò di entrare in società per lo sviluppo del brevetto del motore.

Nel 1775, Watt e Boulton stipularono un accordo societario, della durata di 25 anni, per la produzione di componenti e per il montaggio del motore di Watt presso lo stabilimento Soho. Decisero di richiedere ai clienti che avrebbero acquistato un loro motore un sovrapprezzo corrispondente a 1/3 del risparmio di combustibile generato dall’uso del loro motore, rispetto a quello previsto per fare funzionare un motore normale. I motori suscitarono un forte interesse e, ben presto, allo stabilimento Soho iniziarono ad arrivare richieste e ordini.

Tuttavia, i soci si resero conto che alla scadenza del brevetto, nel 1800, il pagamento di questo sovrapprezzo sarebbe svanito e si convinsero che, per rimanere sul mercato, avrebbero dovuto produrre e vendere motori completi su larga scala. Lo stabilimento non era adatto allo scopo e gli impianti erano inadeguati; pertanto decisero di costruire un sito completamente nuovo da dedicare esclusivamente alla costruzione dei motori. Nel 1795 Watt e Boulton acquistarono un terreno per la fonderia sul quale costruire, in tempi molto brevi, gli edifici relativi. La fonderia Soho venne ufficialmente inaugurata il 30 gennaio 1796.

The new Soho Foundry

La nuova Fonderia Soho